Rischio di fulminazione CEI EN 62305-2

Rischio di fulminazione CEI EN 62305-2

La norma tecnica per effettuare la valutazione del rischio di fulminazione (previsto dal D.lgs 81/08) è stata modificata.

Dal 1/3/2013 è in vigore la nuova norma CEI EN 62305-2. Pertanto la valutazione eseguita con la versione precedente delle norme CEI, va rivalutata.

Come stabilito dalla circolare INAIL , nei luoghi di lavoro "la valutazione del rischio di fulminazione, eseguita con la versione precedente delle norme CEI, va rivalutata come richiesto dal Decreto legislativo 81/2008 e s.m.i. (artt. 17 e 84), essendo in vigore dal  primo marzo 2013 la nuova norma CEI EN 62305-2".

La valutazione del rischio in questo caso ha come obiettivo la quantificazione del pericolo al quale sono esposti gli edifici, e i loro contenuti, in caso di una fulminazione diretta e indiretta. L'applicazione della norma CEI EN 62305-2 (CEI 81-10/2) garantisce lo stato dell'arte del progetto di protezione contro i fulmini.

Le sanzioni nei confronti del Datore di lavoro che non adempie all'aggiornamento della valutazione sono stabilite dall'art 29 comma 3 e sono comprese tra 2000 e 4000 €.


Per tutte le informazioni e preventivi contattarci allo 02.86882883 o mandaci una email a: info@ursusimpresaitalia.it

Indirizzo e contatti

Sede Operativa:
Via Mascagni, 41
27029 Vigevano (PV)

Sede Legale:
Via Giannone, 9
20154 Milano (MI)

+39 02 86882883

Dati Societari

URSUS IMPRESA ITALIA S.r.l. a socio unico

  • Codice Fiscale e Partita IVA: 09806790961
  • Rea MI-2114944
  • Capitale sociale: € 10.000.000